Consegna alberi di Natale ma gli rubano il furgone con gli abeti

Via Della Spiga, Maxi furto in Oro 8 dicembre 2015

Ruba nel centro commerciale "concorrente": arrestato a Vittuone

 

 

Milano: ruba all'interno di un camper, arrestato uomo
Dopo aver infranto i finestrini del camper, stava riempiendo un borsone di vestiti per poi fuggire quando i militari lo hanno bloccato.

Milano: ruba all'interno di un camper, arrestato uomo

E' stato sorpreso mentre rubava all'interno di un camper. Per questo motivo è stato arrestato un uomo di 41 anni in via Manfredini.

Dopo aver infranto i finestrini del camper, stava riempiendo un borsone di vestiti per poi fuggire quando i militari lo hanno bloccato. Si tratta di un cittadino tunisino già noto alle forze dell'ordine per precedenti di rapina, furto, spaccio. Era già stato espulso dal territorio italiano.

L'episodio si è verificato intorno alle 2 della scorsa notte:i carabinieri sono intervenuti su segnalazione del prorietario del veicolo, un 40enne originario di Tortona ma che risiede nella zona attorno a via Manfredini.



 



 

Consegna alberi di Natale ma gli rubano il furgone con gli abeti

Via Della Spiga, Maxi furto in Oro 8 dicembre 2015

Ruba nel centro commerciale "concorrente": arrestato a Vittuone

 

 

L’antifurto casa è diventato una necessità imprescindibile per un vasto numero di italiani. A consigliarne l’adozione sono le statistiche riguardanti i furti in appartamento, ormai una vera e propria epidemia in ogni angolo della penisola. Un fenomeno che va ad intaccare non solo la sfera finanziaria, ovvero gli eventuali soldi e oggetti preziosi  che vengono sottratti nel corso della rapina, ma anche quella personale: la violazione del proprio domicilio, infatti, molto spesso induce un senso di insicurezza nelle persone che ne sono vittime che permane a lungo, sottraendo tranquillità.

Proprio per questo motivo, anche in Italia sta aumentando la domanda di antifurto per la casa, in grado di proteggere le abitazioni da eventuali intrusioni e, di conseguenza, anche la proposta da parte delle aziende, le quali immettono sul mercato modelli sempre più rifiniti, in cui l’elettronica svolge spesso una parte assolutamente determinante. 

Chi è in procinto di adottare un antifurto casa, naturalmente, si pone spesso una domanda comprensibile: qual è il costo reale ove si voglia entrare in possesso di un dispositivo affidabile? Per dare una risposta compiuta al quesito, occorre però partire da una precondizione, ovvero la necessità o meno di opere murarie per l’installazione del sistema di allarme. Ove occorra ad esempio fare tracce lungo i muri o disporre cavi all’interno di essi, con l’impiego di personale esterno e qualificato, la spesa inizia a salire anche in modo considerevole, mentre nel caso contrario, ovvero optando per un sistema wireless, essa può essere  contenuta in quanto l’installazione non richiede lavori aggiuntivi che non siano quelli di configurazione del sistema. 

Se il discorso dei costi è importante, diventa addirittura fondamentale, però, scegliere bene l’antifurto per la casa più adatto alle nostre esigenze. Per procedere alla scelta migliore, occorre perciò procedere ad un sopralluogo da parte di personale esperto e qualificato, in grado di capire nel dettaglio quali siano le problematiche da risolvere. Chi intenda procedere in tal senso, senza quindi lasciare nulla al caso, potrà trovare un ottimo supporto presso le tante aziende che sono solite offrire i loro servizi sul nostro portale, unendo quindi la qualità del servizio ai migliori prezzi di mercato. 

Consegna alberi di Natale ma gli rubano il furgone con gli abeti

Via Della Spiga, Maxi furto in Oro 8 dicembre 2015

Ruba nel centro commerciale "concorrente": arrestato a Vittuone

 

 

Furto in negozio accessori e abbigliamento moto in via Palermo a Milano

Un negozio di abbigliamento e accessori per motociclisti è stato svaligiato nella notte tra il 6 e il 7 gennaio in via Palermo, in centro.

 

La titolare del negozio, una donna di 71 anni, si è accorta del furto quando - recatasi sul posto per aprire - ha visto la saracinesca forzata.

I ladri hanno rubato vari indumenti e accessori. Il valore non è stato quantificato. La polizia indaga.

 

Consegna alberi di Natale ma gli rubano il furgone con gli abeti

Via Della Spiga, Maxi furto in Oro 8 dicembre 2015

Ruba nel centro commerciale "concorrente": arrestato a Vittuone

L'uomo è stato arrestato - Foto repertorio

 

Sapeva benissimo come ingannare i controlli. E si era preparato al meglio per portare a termine il colpo, portando con sé tutti gli strumenti necessari per il furto.

 

Venerdì pomeriggio i carabinieri di Sedriano hanno arrestato U.A. Nicola, milanese di trentanove anni, impiegato in un centro commerciale e pregiudicato. L’uomo, secondo quanto accertato dai militari, è il responsabile del furto di due telefoni, dal valore di 350 euro, avvenuti in un negozio del centro commerciale “Il Destriero” di Vittuone. 

Gli uomini dell’arma sono stati chiamati dal personale di vigilanza che aveva notato il trentanovenne mentre “giocava” in modo sospetto proprio con i due telefoni. Il ladro, infatti, aveva portato con sé il dispositivo magnetico utile per separare il congegno antitaccheggio dalla merce e si stava impegnando proprio per rendere “puliti” i cellulari per potersi allontanare senza problemi dal locale. 

All’arrivo dei carabinieri, il trentanovenne è stato sorpreso in flagranza di reato, arrestato e poi trattenuto presso le camere di sicurezza della compagnia di Abbiategrasso. Sarà processato per direttissima. 

Consegna alberi di Natale ma gli rubano il furgone con gli abeti

Via Della Spiga, Maxi furto in Oro 8 dicembre 2015

 

Un colpo è andato a segno in via Della Spiga mentre le "attenzioni" delle forze dell'ordine erano tutte per la Prima della Scala.

 

Tre uomini, infatti, sono riusciti a forzare la finestra di una cucina al secondo piano di una delle vie più centrali della città e poco distante dal Piermarini.

I ladri sono penetrati nella casa e hanno portato via oro per un valore da quantificare, ma che potrebbe essere molto alto. I tre sono stati visti allontanarsi di fretta dalla via, mentre veniva dato l'allarme, ma non sono al momento ancora stati

 

Consegna alberi di Natale ma gli rubano il furgone con gli abeti

In manette un 36enne - Foto repertorio

 

Ladro "arrestato" da due passanti dopo un furto in via Maffucci

Erano convinti di farla franca. Il colpo sembrava semplice: il tempo di rubare e scappare. Purtroppo per i ladri, però, sulla loro strada si sono messi due ragazzi, due “eroi per caso”, che li hanno rincorsi e sono riusciti a fermare uno di loro, consegnandolo alla polizia. 

 

Un pregiudicato marocchino di trentasei anni è stato arrestato giovedì sera in via Maffucci con l’accusa di rapina. L’uomo, infatti, ha scippato la borsa ad una cinese cinquantaquattrenne e ha poi provato a scappare in compagnia del suo complice. 

Due ragazzi, due egiziani di ventitré e ventiquattro anni, hanno però assistito al furto mentre si trovavano in una bar della zona e si sono immediatamente messi sulle tracce dei ladri. I ragazzi, dopo una breve colluttazione, sono riusciti a fermare uno dei due malviventi e lo hanno tenuto fermo in attesa dell’arrivo della polizia. 

La vittima dello scippo è caduta a terra durante il colpo, ma non ha riportato ferite. 

 

Consegna alberi di Natale ma gli rubano il furgone con gli abeti

In manette è finito un 28enne - Foto repertorio

 

Scippa una ragazzina in metro, lei lo insegue e lo fa arrestare

Nonostante la sua giovanissima età non si è arresa. Prima ha provato a reagire allo scippo, poi - con coraggio e un po’ di incoscienza - si è messa all’inseguimento del ladro, riuscendo a farlo arrestare. 

 

Un cittadino romeno di ventotto anni è stato "preso" giovedì pomeriggio poco dopo le 16 in Centrale. Teatro dell’inseguimento e dell’arresto è stata la stazione metropolitana di piazza Duca D’Aosta. 

Il ladro, infatti, viaggiava - insieme alla sua vittima - su un treno della linea verde. Poco prima di arrivare a Centrale, il ventottenne ha rubato il cellulare alla quattordicenne e, quando si sono aperte le porte, ha provato a scappare. 

La giovanissima, però, lo ha rincorso, attirando l’attenzione degli agenti della Polmetro, che sono immediatamente intervenuti bloccando lo scippatore. Il ventottenne ha numerosi precedenti per reati contro il patrimonio. 

 

Consegna alberi di Natale ma gli rubano il furgone con gli abeti

Milano

 

Gli rubano il furgone con gli abeti di Natale che stava consegnando. E' capitato ad un uomo di 61 anni mercoledì mattina in via Marghera, a Milano.

 

Dopo aver appoggiato a terra dgli alberi di Natale che doveva portare a domicilio, si è accorto che uno sconosciuto era salito sulla cabina del suo veicolo. Inutile il tentativo di recupare il veicolo, che poco dopo è rimasto imbottigliato nel traffico. Quando ha cercato di raggiungerlo a piedi, due complici sono scesi da un'automobile e lo hanno bloccato.

I tre sono fuggiti. La polizia indaga sull'episodio

 

 

Rapina a mano armata al "Gigante" di Canegrate: i malviventi scappano con il bottino.

Due rapinatori a volto coperto, di cui uno armato di pistola, questa stasera, venerdì 11 dicembre, sono entrati nel supermercato in via Magenta. Tutto si è svolto nell'arco di pochi istanti sotto lo sguardo di alcuni clienti. La coppia si è  fatta consegnare l'incasso che ammonterebbe intorno a 3mila euro. Cifra ancora da quantificare esattamente.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Legnano. Al momento non è stata resa nota la dinamica dell'episodio. I militari stanno raccogliendo gli indizi necessari per risalire ai colpevoli.

Individuata una vera e propria centrale della truffa, in un appartamento a Pero. Mercoledì 16 dicembre, gli Agenti del Commissariato di Rho-Pero al termine di una serie di attività investigative, hanno fatto irruzione nell'abitazione, dove sono stati trovati 4 uomini tutti di nazionalità francese dediti alle truffe denominate “reap deal”. 

In pratica, «i malviventi cercano di vendere immobili inesistenti o acquistare beni con denaro falso, viaggiano con auto di grossa cilindrata ed indossano abiti eleganti, si muovono come imprenditori o uomini d’affari alla ricerca di una buona vendita o buon acquisto in contanti. In realtà sono truffatori seriali, le loro origini sono Serbe ma hanno tutti cittadinanza tedesca o francese» ha spiegato il vice questore aggiunto di Rho Pero, Carmine Gallo.

I quattro fermati avevano preso in affitto un appartamento a Pero e lo avevano allestito come centrale della truffa. E’ in questo appartamento che con i diversi computer i quattro si collegavano via internet alla ricerca di “affari” da concretizzare in modo truffaldino. All’interno diversi computer portatili tutti accesi in internet e a ricerca di potenziali persone da truffare. Trovati moltissimi telefonini con appunti vari relativi ad immobili, ma anchebanconote da 500 euro falsificate che i quattro utilizzavano come "specchietto per le allodole" durante le transazioni truffaldine.

I quattro, un 38enne di origine serbe ma cittadino francese, un giovane 26enne di origine serbe ma cittadino tedesco, un 22enne originario serbo ma cittadino tedesco e un 45enne originario della Serbia ma cittadino francese, sono stati accompagnati negli Uffici del Commissariato di Polizia di Stato per la formalizzazione degli atti. Tutta la documentazione rinvenuta è tuttora al vaglio degli investigatori.