Di nuovo truffatori in azione. L'ultimo episodio rilevato dalla Polizia di Stato di Legnano è accaduto in una palazzina nell'Oltrestazione, nelle vicinanze della chiesa Santi Martiri.

Una legnanese di 89 anni stava rincasando con la sua spesa quando, all'entrata del condominio, ha incontrato due sconosciuti che si sono presentati, rispettivamente come un tecnico per i termosifoni e un poliziotto. Con modi gentili, i due balordi hanno chiesto all'anziana a che piano abitasse e di lasciar la porta aperta per poter effettuare alcune verifiche.

La donna è salita al terzo piano ed è entrata nella sua casa. Pochi minuti dopo, è suonato il campanello e si è ritrovata davanti la coppia di truffatori: il primo doveva controllare il termosifone; il secondo restituire la refurtiva di un furto accaduto nella palazzina. Con i classici trucchi, i due complici sono riusciti ad ingannare la nonnina rubandole numerosi gioielli. L'anziana, dopo averli smascherati, ha reagito ma ormai era troppo tardi: i truffatori sono riusciti a prendere la via della fuga. La legnanese con i suoi famigliari si è recata negli uffici del Commissariato e ha denunciato il fatto.

Altri truffatori hanno cercato un colpo a Villanova, frazione di Nerviano. Nei giorni scorsi, finti tecnici dell'acqua hanno infatti cercato di raggirare una vecchietta di 85anni. La coppia di malviventi, dopo aver fatto finta di controllare i rubinetti con uno strumento, hanno invitato la donna a mettere tutto l'oro in un sacchetto e a posizionarlo nel freezer. La richiesta ha insospettito la vittima che ha fatto scappare i furfanti, gridando "ora chiamo mio figlio".

(Gea Somazzi)

 

Milano: Corvetto, giovane scippa una donna del suo cellulare

Una cittadina peruviana di 57 anni è stata derubata del suo uno smartphone domenica sera a Milano, in piazzale Corvetto.

La donna ha raccontato alla polizia che mentre parlava al telefono e camminava tra piazzale Corvetto e viale Lucania un giovane, presumibilente nordafricano, in bici le ha strappato dalle mani il cellulare. Indaga la questura.

 

Furto in appartamento corso Lodi a Milano mentre la famiglia è in vacanza
Furto in un appartamento al piano rialzato in corso Lodi“

Tornando dalle ferie, una famiglia ha scoperto che il suo appartamento di corso Lodi è stato svaligiato durante la sua assenza. Così, nel pomeriggio di lunedì 31 agosto, ha chiamato la polizia.

I ladri avevano forzato una serranda (l'appartamento è al piano rialzato) ed erano entrati. Mancano all'appello numerosi gioielli.

 

 

Furto in auto parcheggiata in via Barzilai a Milano, arrestato
L'uomo è stato sorpreso dalla polizia, allertata da un passante che aveva visto il malvivente aprire l'auto con un cacciavite“

E' stato sorpreso mentre rubava all'interno di una Smart parcheggiata in via Barzilai, all'altezza del numero civico 19, in zona Frattini.

Un passante, alle due della notte tra lunedì e martedì, lo ha visto mentre usava un cacciavite vicino alla vettura, ha capito che stava cercando di forzare la portiera e ha telefonato alle forze dell'ordine. La polizia è arrivata sul posto e ha sorpreso e arrestato il malvivente.

L'uomo, un 49enne con precedenti italiano di Crotone, si era impossessato di un navigatore satellitare e di una sigaretta elettronica trovati nell'auto.

 

 

Milano: fermati al posto di blocco, avevano 5 bici rubate
I due sono stati trovati a bordo di un furgone rubato sul quale trasportavano 5 biciclette rubate del valore di oltre diecimila euro“

Due cittadini moldavi di 24 e 23 anni sono stati arrestati dai carabinieri della Stazione Gorla Precotto.  I due sono stati trovati a bordo di un furgone rubato sul quale trasportavano 5 biciclette rubate del valore di oltre diecimila euro.

Intorno alle 20, in via Zanardini, i militari hanno fermato i due mentre cercavano di eludere i controlli a bordo di un Ducato sottratto a Treviglio (Bg). Oltre alle bici, ancora imballate, i militari hanno sequestrato 1.700 euro e arnesi da scasso.

Il gip di turno ha convalidato le manette e l'accusa di ricettazione e per entrambi ha disposto la custodia in carcere. I carabinieri stanno cercando di accertare la provenienza della bici.

 

Furto in casa di Filippo Inzaghi a Milano: ladri cacciati via dai vicini
„Il fatto è avvenuto all'una di venerdì, in un quartiere residenziale del centro di Milano“

Furto in casa di Filippo Inzaghi a Milano: ladri cacciati via dai vicini

L'intervento dei vicini di casa, coraggiosi, ha messo in fuga i ladri dall'appartamento di Filippo Inzaghi, in un quartiere residenziale di Milano Centro.

L'episodio è avvenuto la notte tra giovedì e venerdì. Intorno all'una i malviventi sono entrati in casa dell'ex allenatore del Milan, che si trova in vacanza fuori città.

Il trambusto ha 'svegliato' i vicini che, allarmati, hanno cercato di capire cosa stesse succedendo. Così i ladri sono stati costretti a fuggire in tutta fretta portandosi via poco o nulla visto che hanno dovuto abbandonare le borse con la refurtiva.

 

Milano. Beccata a rubare in un negozio di via Farini: donna litiga con l'addetta alla sicurezza

Stava cercando di rubare alcuni capi di abbigliamento da un negozio in via Farini ma è stata scoperta dall'addetta alla sicurezza. Tra le due è nata una collutazione che si è conclusa con l'arrivo dei carabinieri della stazione di Porta Garibaldi. In manette un'italiana di origine rom, Odra Hudorovich di 31 anni.

Sabato sera, la malvivente, che ha precedenti per furto e porto d'arma, è stata 'beccata' mentre era intenta a rimuovere i dispositivi antitaccheggio da alcuni vestiti. La donna, proveniente da una nota famiglia nomade da generazioni radicata in Italia, è passata subito alle vie di fatto ed ha aggredito l'addetta alla sicurezza dell'attività commerciale, una senegalese di 32 anni. L'intervento della straniera è stato determinante per l'arresto della malvivente, avvenuto pochi istanti dopo.

 

 

 

Rincasa dalle vacanze e trova l'appartamento svaligiato
„Dopo una settimana di vacanza rientra a casa e trova l'abitazione svaligiata. E' quanto è successo in via Mosè Bianchi, ad un 78enne“

Rincasa dalle vacanze e trova l'appartamento svaligiato

Dopo una settimana di vacanza rientra a casa e trova l'abitazione svaligiata. E' quanto è successo in via Mosè Bianchi, ad un 78enne.

La brutta scoperta nel pomeriggio di domenica. Sul posto è intervenuta la polizia, l'anziano rincasando con la moglie ha trovato la porta di casa con la serratura forzata e tutti i locali a soqquadro.

Il bottino è di numerosi oggetti preziosi di valore al momento non quantificato, i ladri sono rimasti ignoti.

Visto il periodo di vacanze, la polizia raccomanda alcune precauzioni, semplici ma imporanti: rendere sicure porte e finestre, installare se possibile un antifurto, non tenere in casa grandi somme di denaro e oggetti di valore o, se proprio necessario, di farne una foto.

 

Furto Catenina Calciatore professionista

Un ex calciatore professionista del Fanfulla, squadra lodigiana, ha braccato una ladra che aveva appena rubato una catenina a un 70enne.

Il fatto è accaduto in un supermercato lodigiano, l'altro giorno. Secondo quanto racconta Il Cittadino, davanti a numerosi testimoni, l'anziano era appena uscito dallo store e una giovane avvicinandolo cerca di rubargli il portafogli.

Non riuscendoci, gli strappa una catenina dal collo e fugge. L’episodio si è verificato sabato sotto gli occhi di diverse persone. Compreso il giocatore che si è subito lanciato all’inseguimento della ladra, riuscendo a recuperare la catenina.

 

Città Studi, Buenos Aires e XXII Marzo i quartieri presi più di mira. Il centro più colpito nel mese di dicembre

MILANO- A Milano si ruba di venerdì. E di sabato. Quasi il 36 per cento di tutti i furti in appartamento avviene infatti in questi due giorni della settimana. Non solo: si ruba soprattutto nel tardo pomeriggio. I ladri che svaligiano gli appartamenti «lavorano» tra le 18 e le 21 (oltre un furto su 5 capita in queste tre ore). E c'è infine un luogo comune da smentire. L'estate non è la stagione preferita dai «topi» di appartamento. Agosto è il mese in cui questo tipo di reato è meno frequente in assoluto. Il mese più a rischio invece è dicembre.

Sono state oltre 21 mila le case dei milanesisvaligiate nei quattro anni tra il 2007 e il 2010. Transcrime , il centro comune di ricerca dell'università Cattolica e dell'università degli Studi di Trento, ha analizzato tutti i dati e messo a punto una dettagliatissima ricostruzione della storia recente dei furti negli appartamenti a Milano. Con una mappa (GUARDA) che indica anche tutte le zone più a rischio: alta concentrazione di furti nei quartieri Città Studi, Buenos Aires, XXII Marzo, Corsica, Loreto (nella zona Ovest) e Ticinese, Navigli, Vigentina (nella zona Sud). Densità medio-alta nelle zone Isola, Dergano e nell'area compresa tra De Angeli, Selinunte, Bande Nere, Washington e Tortona.

La ricerca di Transcrime è partita all'inizio del 2010in collaborazione con il ministero dell'Interno e la Direzione centrale della polizia criminale. Obiettivo: definire gli hot spot , i punti critici dell'ambiente urbano dal punto di vista della criminalità. E fornire un esempio/sperimentazione di quel che succede già in altri Paesi europei: l'analisi approfondita dei dati sui reati può diventare la base statistica per modulare e migliorare l'efficacia dei servizi di polizia e permettere di risparmiare risorse per le forze di polizia.

Incrociando date, orari e indirizzi,gli analisti hanno definito «un andamento ciclico dei furti in appartamento con densità più alte nei mesi invernali, in particolare dicembre, e con differenti concentrazioni in base agli anni». Zona Buenos Aires è stata la più colpita a dicembre 2007; Gratosoglio nel dicembre 2008; De Angeli, Tortona e Ticinese nel dicembre 2009; Ticinese, Tibaldi e ancora Buenos Aires nel dicembre 2010. La mappa del rischio racconta anche che «il centro città risulta essere più colpito nel mese di dicembre, la zona di Lambrate e Città Studi nel mese di febbraio, l'area di Buenos Aires a marzo e la zona centro-sud (Ticinese, Tibaldi, Stadera) a settembre. Gli altri mesi sembrano non presentare regolarità spazio-temporali definite».

Una delle fasce orarie più «a rischio»per i furti in casa (considerando tutta la settimana) è quella «dalle 9 alle 12 dal lunedì al sabato, dove le concentrazioni spaziali più ricorrenti interessano i quartieri Città Studi e Ticinese». Il numero di reati in assoluto più alto «si registra però il venerdì e il sabato nella fascia 15-21, caratterizzata anche da una diffusione sul territorio alta e abbastanza uniforme, in cui spiccano la zona Navigli-Ticinese e Buenos Aires. Un basso numero di furti si verifica invece durante le ore notturne e la domenica». Alcuni quartieri hanno avuto infine un record di furti in alcuni periodi particolari: record di case svaligiate al Giambellino nel marzo 2009, in zona Portello-Villapizzone a novembre 2008, all'estremo nord di Viale Monza a novembre 2010.